Luci d’inverno

Luci d’inverno

Luci d’inverno. Una tazza di cioccolata fumante, i caldi maglioni ritrovati, sta arrivando l’inverno! La luce della natura indugia all’orizzonte, ma non resiste, mentre quella dei lampioni si fa più bella che mai. Inverno: tempo del sollievo, del riposo e di una bella chiacchierata accanto al fuoco. Ricomincia come ogni anno il tempo della casa.

Luci d’inverno: il tempo della casa

Luci d’inverno” non è solo il titolo di un film di Ingmar Bergman che, in quanto nordico e per la precisione svedese, di luci se ne intende. E’ anche un mood, un modo di essere e di vivere la natura, la casa, se stessi in un ritrovato e confortante ritorno all’intimità.

Che sia in casa, in città (magari in un bel caffè), o in natura, l’intimità che dona l’inverno è irresistibile. Lo sanno ancora meglio coloro che vivono nel nord d’Europa dove l’inverno fa sul serio. In quelle latitudini, dove il sole si fa sempre più fioco e fugace con il trascorrere del giorno, conoscono davvero l’importanza della luce. Generazioni di popolazioni si sono ingegnate per trovare il modo migliore di illuminare, vestendo case, uffici e locali di luci avvolgenti ma sempre efficaci.

L’inverno porta con sé giornate più brevi con un numero limitato di ore di luce. Per questo, già dal primo pomeriggio, la luce diventa più delicata, rosata, ambrata fino al sopraggiungere del buio. E’ necessario, dunque, accendere le lampade di casa per sopperire al calo di illuminazione naturale.

Cura corpo e mente con la luce!

Soprattutto nei paesi del nord hanno capito prima di noi, popoli mediterranei, che nei mesi freddi il nostro il nostro stato d’animo risente della mancanza di luce. Diventiamo più pigri, abbiamo meno voglia di uscire, e talvolta il nostro umore si fa più cupo.

Ma lo sapevi che la medicina tradizionale ha riconosciuto in questo disagio, proprio un disturbo affettivo stagionale? Ebbene sì, si chiama Sad, da Seasonal affective disorder. Si tratta di una forma di depressione che si acuisce, o in alcuni casi emerge, proprio in inverno quando la luce naturale si attenua. Le giornate si accorciano, le ore di luce diminuiscono ed ecco che qualcuno si sente più triste, stanco, assonnato. Vengono di frequente riferiti anche cali di energia e di libido, difficoltà di concentrazione e un maggior appetito. Nei casi più severi si può arrivare anche ai sintomi della depressione. Un vero e proprio disturbo dell’umore che, di solito, scompare con l’arrivo dell’estate.

Gli studiosi hanno scoperto che questo dipende da diversi fattori, ma due sono determinanti: calo della vitamina D e scarsa produzione di serotonina nel cervello.

In che modo si possono evitare i sintomi della Sad? Grazie alla scienza, il rimedio esiste! Si tratta sempre di fenomeni complessi, tuttavia questo spiacevole disturbo si può combattere anche stimolando la produzione di serotonina nel cervello, concedendo al nostro corpo le adeguate ore di luce anche in inverno.

Sad

Come? Con la light therapy, molto diffusa nei paesi nordici, considerata un mezzo efficace per combattere la depressione di stagione. Molti di questi dispostivi sono smart e possono essere usati via smartphone tramite app, quindi molto comodi e sempre accessibili. Possono davvero offrire un grande sollievo proprio nelle giornate invernali.

Luci d’inverno: gli effetti benefici della luce

Tutti ormai abbiamo imparato che la luce del sole ha effetti benefici sul nostro corpo.

Proprio perché ti capita soprattutto in inverno di trascorrere molte ore in casa o nel tuo studio, è fondamentale quando progetti o scegli una casa/studio, valutare prima di tutto il tipo di esposizione alla luce. Inoltre, è molto importante trovare il modo di sfruttare al massimo le finestre e la luce naturale. Se lavori in ufficio, prova a sensibilizzare il tuo datore di lavoro sul fatto che migliore è la luce, anche e soprattutto in inverno, migliore sarà la tua resa. 😉

L’inverno, quando arriva, riempie la casa di luci naturali che indubbiamente creano suggestione. All’illuminazione artificiale spetterà il compito di completare l’opera della natura.

Che siano lampade da terra, da tavola oppure applique, l’aspetto importante è riuscire ad illuminare nel modo più efficace possibile, sia per la mente che per il corpo.

Un’illuminazione efficace, infatti, non è solo quella in grado di donare “atmosfera” e senso di calore, ma è anche e soprattutto quella che rende ogni ambiente più accogliente e rilassante. In questo campo, ancora una volta, sono gli interior design nordici che si sono distinti sia da un punto di vista estetico che pratico. Lampade dalla luce calda e soffusa in puro stile nordico, molto essenziali, colorate, vintage, minimal o geometriche…sono veramente tante le soluzioni per rendere l’inverno più caldo e confortevole nella tua casa!😉

Gli ambienti della casa e la giusta illuminazione

Sarà tuo compito pensare ad un’illuminazione adatta alle tue attività quotidiane, ma anche esteticamente gradevole. Luce e design sono essenziali e vanno studiati e progettati in base all’ambiente esterno e interno alla casa. I diversi punti luce andranno posizionati nelle zone strategiche della casa e delle singole stanze.

Per progettare tutto questo, non sarai solo. Ti sosterranno, i professionisti della luce, cioè una buona impresa di elettricisti!

Per l’illuminazione della casa dobbiamo tenere conto di vari aspetti che riguardano gli ambienti. Inoltre bisognerà provvedere ad eventuali angoli bui, magari creati da mobili che coprono la luce. Particolare attenzione, poi, va dedicata alle scale: sempre, ma soprattutto in inverno, le scale possono diventare pericolose in caso di luce inadeguata. Conviene provvedere affinché l’illuminazione sia sempre efficace.

Ad ogni ambiente, la sua illuminazione

Ogni stanza nasce con uno scopo particolare che la rende diversa dalle altre, perché è diverso il modo in cui le viviamo. Per questo ogni ambiente della tua casa ha bisogno di un’illuminazione specifica. In inverno, poi, quando la luce naturale non basta, è necessario integrare con una buona luce artificiale.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è luce-per-linverno-1024x512.jpg

Il salotto, ad esempio, ha bisogno di un’illuminazione che non deve essere né troppo debole né troppo invasiva. Un’illuminazione decisa, per niente tenue deve essere garantita in cucina e bagno, per le funzioni e per le attività che vi si svolgono quotidianamente. In particolare, può rendersi necessario illuminare alcuni punti più degli altri: in bagno questo può valere, ad esempio, per la zona specchio; in cucina è la zona dei fornelli o il tavolo da lavoro che richiedono un’illuminazione impeccabile.

Diverso è l’ambiente della camera da letto che, come in salotto, si presta alle belle lampade da tavolo o piantane, per creare diversi punti luce. Sono i luoghi dove ci si ritrova per una lettura, ad esempio.

Un consiglio che chiunque si occupi di casa e illuminazione condividerà, è quello di disporre di diverse fonti di luce, in modo da avere anche tipi di luminosità differenti a seconda della funzione. Infatti, non basta che la luce di una bella abatjour, vicino alla poltrona dove ci dedichiamo a qualche bella lettura, crei atmosfera. E’ necessario che sia anche efficace e specifica per quello scopo, per non incorrere in spiacevoli disturbi della vista e “dintorni”. 🤓


Insomma, anche l’illuminazione artificiale ci aiuta a rendere la casa calda e accogliente. Basterà riempirla della luce più adatta, per l’inverno in arrivo.

Luci specifiche per le nostre attività quotidiane ma anche belle da vedere. In questo caso il design è essenziale e va studiato in base all’ambiente. Così come lampade, piantane o da tavolo, andranno posizionate in alcuni punti strategici della casa e delle singole stanze.

Non solo artificiale…ma anche tanta natura in casa

Esistono diversi modi per sfruttare al massimo la luce naturale in casa. Ad esempio arredando con specchi, valorizzando lucernai e vetrate che contribuiscono a filtrare la luce naturale dall’esterno. Tutto ciò è molto importante perché, come abbiamo scritto prima, l’influsso della luce naturale sul sistema nervoso è impareggiabile.

A questo scopo, parlando invece di luce artificiale, per far sì che il gap tra i due tipi di illuminazione sia sempre meno ampio, è consigliabile anche installare dei dimmer, che regolano in maniera elettronica l’intensità della luce da impostare in casa.

Dimmer e lampadine di ultima generazione studiate per avvicinarsi alle intensità di luce naturali e quindi variabili, potranno davvero farti vivere la casa come un’esperienza non solo visiva, ma sensoriale a 360 gradi. Sì, perché molti dispositivi di ultima generazione, uniscono all’illuminazione, la musica e addirittura le fragranze più adatte per un coinvolgimento totale.

Soprattutto se non hai la possibilità di vivere immerso nella natura, con la giusta luce unita ad un buon livello di tecnologia, potrai davvero vivere l’esperienza di un tramonto o di un’alba, o l’esperienza meravigliosa dell’imbrunire, il tutto in casa tua, tra profumi e suoni molto suggestivi. Proprio così? Lo sapevi, infatti, che esistono lampade che sono state progettate per emanare una luce molto simile a quella naturale? Una luce che, ad esempio, può emulare quella del Sole all’alba e al tramonto. Davvero un’esperienza da provare quotidianamente tra le mura della propria casa!

Si possono raggiungere atmosfere molto suggestive anche con le candele, rigorosamente naturali. Potrai creare diversi angoli a lume di candela. In questo caso potrai essere tu il creativo, senza bisogno di alcun interior designer o elettricista. 😄

Dai spazio alla tua creatività accostando candele di diverse dimensioni e colori, e i tuoi ambienti si illumineranno di una luce in grado di accarezzare l’anima e il corpo.

E quando le candele non bastano, Zeta Impianti sa come illuminare il tuo inverno con la luce migliore! 😉

Share this post?

Add Your Comment